Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione "per saperne si più"

Venerdì, Febbraio 22, 2019
A- A A+

Header (copia)

testata

La scuola è il nostro passaporto per il futuro, poiché il domani appartiene a coloro che oggi si preparano ad affrontarlo.

Scuola e Territorio

 

 

L’ambito territoriale in cui è inserito l’Istituto Comprensivo determina una domanda formativa degli alunni alquanto eterogenea e complessa. Esso si caratterizza prevalentemente per la presenza  di due fasce di popolazione scolastica: una costituita da bambini in notevole stato di disagio economico, culturale e sociale, tanto che ricade in una zona definita a rischio; un’altra costituita da alunni che vivono in un’ agiatezza economica, culturale e sociale.

L’acuirsi dell’attuale crisi economica nazionale (e non solo) si ripercuote pesantemente sulle già diffuse condizioni di disagio socio-economico del nostro territorio. Il lavoro saltuario, precario ed in molti casi la mancanza o perdita del lavoro, portano insicurezza e precarietà, che si riflettono negativamente sul rendimento, sull’attenzione, sul comportamento degli alunni appartenenti alla prima fascia.

L’altra fascia di alunni è costituita da figli di industriali, professionisti, commercianti che vivono la realtà quotidiana in agiatezza, sorretti da iper-attenzioni, continue sollecitazioni ed opportunità educative.

La partecipazione delle famiglie alla vita della scuola è caratterizzata da atteggiamenti e comportamenti variabili che non appaiono necessariamente correlati alla situazione socio-culturale di provenienza; per molte famiglie, infatti, la scuola è un reale punto di riferimento educativo,culturale, sociale all’interno del quale si interagisce e si collabora; altre famiglie invece non prestano un’ adeguata attenzione ai processi educativi e di apprendimento.

La nostra scuola dunque, accogliendo bambini che presentano richieste formative differenti, pone tra i suoi obiettivi principali quello di distinguere e personalizzare percorsi che hanno come finalità la valorizzazione del sé, evitando così che diversità di carattere culturale e differenti modalità cognitive, affettive e relazionali si trasformino in discriminazioni sociali.

L’eterogeneità, che caratterizza la generalità delle classi, è anche una risorsa volta a garantire possibili stimolazioni fra i ragazzi per migliorare l’apprendimento.

In questa ottica è promosso l’apprendimento collaborativo e cooperativo come occasione di confronto, ma anche di scambio esperienziale.

 L’ Istituto Comprensivo Statale “Battipaglia Salvemini” è composto da:

 SCUOLA DELL’INFANZIA-PRIMARIA-SECONDARIA di I GRADO -via Ravenna 

SCUOLA DELL'INFANZIA –PRIMARIA - SECONDARIA di I GRADO- Via Etruria

SCUOLA DELL'INFANZIA  E PRIMARIA-plesso Poliziano

Le strutture scolastiche sono moderne e funzionali: infatti dispongono di ampi spazi interni ed esterni, di palestre, di biblioteche adeguatamente attrezzate, di laboratori multimediali e, nel plesso di via Etruria, di un laboratorio di educazione artistica con forno di cottura per ceramica.